SI_I_A

Frutto di un processo iniziato nel 2011, grazie ai due progetti “Osservatorio del paesaggioOfficina del racconto”, poi confluiti in un percorso condiviso,  “Narrando@Fiesole” vuole sperimentare una metodologia innovativa per la conoscenza e la valorizzazione del paesaggio, inteso quale “componente essenziale del contesto di vita delle popolazioni, espressione della diversità del loro patrimonio culturale e fondamento della loro identità” (Convenzione Europea del paesaggio, 2000) collegandolo con la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale (Convenzione per la salvaguardia del Patrimonio culturale Immateriale, 2003)

Promuovendo una visione dinamica del patrimonio culturale colto nel vivo delle memorie e delle narrazioni, il progetto vuole favorire la costruzione di una “comunità di eredità” fiesolana (Convenzione del Consiglio d’Europa sul valore del patrimonio culturale per la società, Faro 2005), dandosi questi obiettivi:

• La creazione di uno spazio d’incontro ed ascolto delle narrazioni territoriali, che favorisca l’emergere delle esperienze locali nella loro diversità generazionale, sociale, professionale e culturale. Le associazioni, le istituzioni, le persone-risorsa ed i singoli individui potranno trovare in questo spazio una loro presenza narrativa, ponendosi in dialogo con altri in un processo creativo e progettuale.

  • La costruzione di un archivio di voci, memorie, testimonianze e racconti di vita, che possano aprire la conoscenza del territorio e dei suoi patrimoni vivi combinando, intorno alle narrazioni, una molteplicità di fonti, grazie alle possibilità offerte dal web e dalle nuove tecnologie e all’apporto di studiosi e ricercatori di diverse discipline.
  • La progressiva realizzazione di un inventario partecipativo delle risorse culturali del territorio, dalle più invisibili e quotidiane alle più visibili e note, grazie alla partecipazione di tutti, attraverso le voci ed i racconti più diversi. Interrogando il senso contemporaneo dei patrimoni al plurale, se ne favorisce la trasmissione in una prospettiva di sviluppo sostenibile.
  • La progettazione e realizzazione di azioni di valorizzazione che si appoggino alle conoscenze prodotte dal progetto nell’incontro tra le dimensioni conoscitive, etiche, sociali e culturali, rinforzando la creatività, nel rispetto della memoria e del vissuto locale in tutta la sua diversità.

SI_I_B

Narrando@Fiesole si è aperto a varie collaborazioni, sia a livello locale che internazionale.

  • Nel 2013, è stato organizzato un primo incontro tra la narratrice Irma Valoriani Nencioni e una classe della scuola elementare, sui temi della memoria dell’infanzia nel mondo mezzadrile e della trasformazione degli stili di vita.
  • Tra 2013 e 2014 si è avviata la partecipando al progetto europeo “Seeing Stories” http://www.culturefund.eu/projects/seeing-stories-recovering-landscape-narrative-in-urban-and-rural-europe) . Nel quadro di “Seeing Stories”, in collaborazione con la compagnia teatrale Chille della Balanza, è stato realizzato lo spettacolo “La terra il colore. Storie fiesolane”, con una prima rappresentazione avvenuta il giorno 23 Giugno 2014 al Teatro Romano, in occasione dell’Estate Fiesolana. Lo spettacolo s’ispira a due storie di vita di fiesolani raccolte grazie al progetto “Officina del racconto”: la storia di Silvana Boni, contadina di famiglia mezzadrile, e quella di Paolo Tellini, calzolaio pittore. Le storie sono interpretate da attori-narratori, in italiano ed inglese.
  • Nel corso del 2014, il progetto ha aderito all’iniziativa di censimento promossa da ICOM Italia (International Council of Museum) sul tema “Musei e paesaggi culturali”, in vista della conferenza internazionale ICOM che si terrà a Milano, 2-9 luglio 2016 (http://www.icom-italia.org, http://network.icom.museum/icom-milan-2016/)
  • Nell’aprile 2014 Il gruppo di lavoro “Narrando@Fiesole” ha concretizzato una prima collaborazione con la George Town University, che vede impegnati studenti americani nella raccolta di narrazioni del territorio fiesolano anglofono.